Come oliare le lame di un tagliacapelli: istruzioni e consigli

Come tutti gli elettrodomestici, il tagliacapelli ha bisogno di una manutenzione periodica che lo conservi in ottimo stato per lungo tempo. Una delle operazioni basilari è la lubrificazione, che consiste nell’applicazione periodica di olio o dell’apposito prodotto sulle lame; se l’apparecchio viene lavato tutti i giorni, è consigliabile lubrificarlo una volta a settimana. In queste righe scoprirai come oliare correttamente le lame.

 

Prima di tutto, la pulizia

Naturalmente, prima della lubrificazione è indispensabile pulire accuratamente il corpo radente per evitare che lo sporco vi rimanga appiccicato. Le operazioni di pulizia sono diverse a seconda che si tratti di un tagliacapelli lavabile o meno.

Per quanto riguarda i tagliacapelli lavabili, devi staccare l’alimentazione e collocare l’apparecchio acceso sotto un getto d’acqua corrente, meglio se calda (attenzione: alcuni modelli devono invece essere lasciati spenti). Effettua il lavaggio con del sapone liquido delicato, privo quindi di componenti abrasivi che possono danneggiare i meccanismi, senza spegnerlo fino al dissolvimento della schiuma; quindi, lascia che compia dei giri a vuoto per alcuni secondi. A questo punto puoi smontare il blocco radente e lasciarlo asciugare.

Nel caso dei tagliacapelli non lavabili, devi operare ad apparecchio spentoSolleva la lamina anche senza sganciarla del tutto e accendi l’apparecchio per il tempo necessario a rimuovere i capelli e la polvere accumulati all’interno (5-10 secondi). Quindi, sgancia il blocco lame e sbattilo delicatamente su una superficie piana  per eliminare ulteriori residui eventualmente presenti. Passa uno spazzolino da denti morbido o, ancora meglio, lo spazzolino in dotazione nella parte interna del tagliacapelli e sul corpo radente.

Pulizia preliminare del tagliacapelli

Tagliacapelli lavabili: può essere effettuata sotto l’acqua corrente, meglio se calda, con l’apparecchio acceso. Utilizza soltanto sapone liquido non abrasivo

Tagliacapelli non lavabili: deve essere effettuata a dispositivo spento, con lo spazzolino in dotazione o con uno spazzolino da denti a setole morbide

Come effettuare la lubrificazione: quale prodotto è meglio utilizzare?

Esistono diversi prodotti in grado di lubrificare le lame di un tagliacapelli. È sufficiente anche un normale lubrificante per metalli, ma è meglio utilizzare un olio specifico che preservi i delicati meccanismi interni del dispositivo. La cosa migliore è optare per uno spray multifunzione che, oltre a lubrificare, disinfetta ed elimina la ruggine. Questi prodotti hanno di solito una formula che elimina batteri e funghi e contengono un antiruggine che contribuisce a prevenire l’ossidazione delle lame.

La lubrificazione andrebbe effettuata tutti i giorni o, in caso di lavaggio quotidiano delle lame, anche una volta a settimana. Per svolgerla occorre prima aver smontato e lavato accuratamente le lame (o averle pulite con un panno umido se il tagliacapelli non è lavabile). Quindi, passa una piccolissima quantità di lubrificante sulle lame e rimonta il tutto.

Se non fosse possibile sbloccare il blocco lame, fai fare qualche giro a vuoto all’apparecchio per pochi secondi, poi spegnilo, stacca l’alimentazione e le batterie. Pulisci scrupolosamente le lame con lo spazzolino in dotazione e passavi il lubrificante. Riaccendi il dispositivo per alcuni secondi, spegnilo di nuovo ed elimina l’eventuale eccesso di lubrificante con un panno pulito e asciutto.

La lubrificazione: come effettuarla e quali prodotti usare

La lubrificazione andrebbe effettuata tutti i giorni o, in caso di lavaggio quotidiano delle lame, anche una volta a settimana. Occorre lavare e asciugare le lame, passare una minima quantità di lubrificante e rimontare il blocco.

Prodotti consigliati: va bene un comune lubrificante per metalli, ma è meglio un olio specifico. I migliori sono quelli multifunzioni che disinfettano e proteggono dalla ruggine

Come ridurre al minimo la necessità di lubrificazione e manutenzione?

È opportuno, e perfettamente possibile, minimizzare la necessità di effettuare la manutenzione del tuo tagliacapelli. Ad esempio, è consigliabile pulire e lavare quotidianamente l’apparecchio anche quando non lo utilizzi in modo da evitare l’accumularsi di polvere.

In questo modo, poiché lo sporco viene rimosso costantemente e le lame vengono rinfrescate molto spesso, non è necessario eseguire la lubrificazione con cadenza quotidiana: una volta a settimana è sufficiente per conservare la perfetta funzionalità del blocco radente.

Come minimizzare la necessità di lubrificazione

È sufficiente eseguire ogni giorno pulizia e lavaggio del corpo radente per eliminare residui e impedire l’accumulo di polvere. In questo modo è possibile applicare il lubrificante una volta a settimana invece che quotidianamente

Conclusioni

Per allungare il ciclo di vita del tagliacapelli, è fondamentale che la manutenzione sia eseguita con la massima cura. Attenendoti scrupolosamente ai consigli che trovi in questo articolo potrai mantenere il tuo apparecchio in ottimo stato per molti anni.


Blogger e redattrice web dal 2009, appassionata di lifestyle, tecnologia e cultura. Mi occupo di una vasta gamma di argomenti che riguardano tutti gli aspetti della vita quotidiana, con uno stile sempre unico. La qualità e la ricerca sono alla base del mio lavoro; curo ogni minimo dettaglio dei miei articoli per renderli informativi, interessanti, utili ed esaustivi.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it